Benessere per il tuo cuore: Cardiosì Plus

Scopriamo insieme le caratteristiche e gli ingredienti di Cardiosì Plus

CARDIOSI’ plus

 

Cardiosì Plus è un integratore alimentare formulato da Galenica Senese  in collaborazione con il Policlinico Universitario Le Scotte di Siena per trattare le dislipidemie.

Si presenta in un pratico astuccio con 20 compresse da 1080 mg.

Cardiosì contiene sostanze naturali in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue:

RISO ROSSO FERMENTATO

è un integratore ottenuto da lieviti, tra cui in particolare Monascus Purpureus, in grado di fermentare il riso. La colorazione rossa è una conseguenza della fermentazione secondaria. Il prodotto che si ottiene è costituito da sostanze chiamate monacoline, che hanno un’efficacia riconosciuta nel ridurre i lipidi del sangue, associati ai fattori di rischio della malattia coronarica: colesterolo totale e colesterolo delle lipoproteine a bassa densità (LDL).  

Alla fine degli anni ‘ 70  fu isolata dal prodotto di fermentazione di un ceppo di lievito una monacolina K strutturalmente identica alla lovastatina, un farmaco noto per la sua azione inibente a carico di un enzima che controlla quantitativamente la sintesi del colesterolo. Anche se la biodisponibilità per l’uomo e il profilo farmacocinetico dei due principi sono poi risultati differenti, le analisi incrociate di numerosi studi clinici hanno dimostrato che la riduzione dell’LDL non è diversa da quella ottenuta con le statine di moderato effetto terapeutico, come la pravastatina e la lovastatina. Inoltre, si ha una leggera riduzione nei trigliceridi totali. [Gerards et al., Atherosclerosis, 2015, 240(2): 415-423]. Si ricorda che Il Gruppo in collaborazione sugli studi per la protezione del cuore , sulla prestigiosa rivista Lancet, ha indicato che per ogni 1% di riduzione del colesterolo LDL si osserva una riduzione dell’1% nel rischio relativo di eventi cardiovascolari.

All’interno di Cardiosì Plus è contenuta la dose massima ammessa (10 mg) di monacolina K. Tale dose massima è stata stabilita per evitare rischi di nefrotossicità legati all’assunzione di citrinina, un metabolita del lievito, che non deve superare la concentrazione di 100 µg/kg nella monacolina (Reg. 2019/1901).

BERBERIS ARISTATA

Questo arbusto  sempreverde, di orgine asiatica, è molto usato nella tradizionale medicina ayurvedica. L’associazione tra il riso rosso fermentato e l’estratto di corteccia e radici di questa pianta, ricco di Berberina, migliora a lungo termine il profilo lipidico e del glucosio  nei pazienti trattati. Questa combinazione è ben tollerata e valida soprattutto per pazienti anziani, precedentemente intolleranti alle statine.

ACIDO FOLICO e le VITAMINE B2, B6 E B12

L’acido folico o  vitamina B9, fa parte del gruppo delle vitamine idrosolubili, quelle che non possono essere accumulate nell’organismo, ma devono essere regolarmente assunte attraverso l’alimentazione. In associazione a monacolina K, Berberina e Coenzima Q10 ha trovato impiego in studi clinici su pazienti anziani con alta colesterolemia totale e colesterolo LDL, intolleranti alle statine, portando a significativi miglioramenti per questi parametri [Marazzi et al., Adv Ther 2011, 28(12).1105-13].

Il principale contributo dell’acido folico e delle altre vitamine del gruppo B presenti nel prodotto CardioSI è quello di contrastare l’Iperomocisteinemia, legata oltre che a fattori genetici, proprio a carenze di queste vitamine. Attraverso indagini epidemiologiche, si è visto che esiste un effetto sinergico tra acido folico da una parte e vit. B2, vit. B6 e vit. B12 dall’altra, per cui la carenza di queste ultime aggrava di quasi tre volte la manifestazione di iperomocisteinemia innescata da quella di acido folico. In particolare, l’insufficienza di vit. B2 è più dannosa nell’uomo, mentre quelle di vit. B6 e la  vit. B12 intervengono in entrambi i sessi [Chen K-J et al., Asia Pac J Clin Nutr. 2005, 14(3):250-5; Ma Y et al., BMC Cardiovasc Disord. 2017 Jan 21; 17(1): 37]

 Il COENZIMA Q10

Insieme al riso rosso fermentato viene consigliata l’aggiunta di questo  coenzima, a marcato effetto anti-ossidante, perché migliora significativamente la reattività endoteliale e la rigidità delle arterie.

L’ACIDO ALFA LIPOICO (ALA)

ALA, un acido grasso contenente zolfo, è un cofattore ed un potente antiossidante in grado di contrastare lo stress ossidativo e l’infiammazione che sono tra le cause dell’aterosclerosi. Il colesterolo LDL, modificato per via ossidativa, aumenta l’aterogenicità in particolare a carico dell’intima dei vasi sanguigni, e, al tempo stesso, con un processo incontrollato, porta all’accumulo di lipidi ed alla formazione dell’inizio delle placche aterosclerotiche, a loro volta causa di processi infiammatori [Wollin S. D. et al, J.of Nutr. 2003, 133(11), 3327-3330]. ALA si è dimostrato in grado di prevenire l’aterosclerosi prematura proprio grazie al suo effetto antiossidante. Ulteriori elementi raccolti in studi pre-clinici lasciano intravedere effetti protettivi a carico della prevenzione dell’infarto miocardico e del danno ischemico [Hu QF et al., Cardiol Plus 2020; 5:109-17].

Le persone soggette a terapia con farmaci  ipoglicemizzanti devono  consultare il medico prima di utilizzare un prodotto contenente acido Alfa Lipoico .

payment-card-img

© Copyright 2021  Industria Farmaceutica Galenica Senese Srl - Realizzato da Maspoint

Search